Home arrow Eventi arrow Eventi organizzati dalla FA arrow 2006-06-16 10.00, Kyoto e la valorizzazione degli ecosistemi agroforestali, Torino
luned 23 settembre 2019
 
 
Menu principale
Home
Chi siamo
Attività
Eventi
News
Pubblicazioni
Documenti
Rassegne stampa
Contatti
 

Progetti in corso
FORCREDIT
AFFORD
CORT
ATO3
LORENET
ESEC
MONSPL
Summer School SPL

 
 
Cookies

L'attività istituzionale della
Fondazione per l'Ambiente
è sostenuta da





2006-06-16 10.00, Kyoto e la valorizzazione degli ecosistemi agroforestali, Torino Stampa E-mail

Disponibili gli atti del seminario ad inviti "Basi informative regionali e politiche pubbliche per la valorizzazione degli ecosistemi agroforestali nella attuazione degli impegni di Kyoto" svoltosi c/o IPLA, a Torino, il 16 giugno 2006.


Il 16 giugno 2006 Fondazione per l'Ambiente e IPLA hanno coordinato a Torino un seminario colloquio sul ruolo dei sistemi agro-forestali nella attuazione degli impegni del Protocollo di Kyoto. Rappresentanti di Governo, Regione Piemonte, coordinamento delle Regioni, Università, Politecnico e centri di ricerca, gestori di filiera hanno discusso sulle basi informative  necessarie e sugli strumenti di politica pubblica per valorizzare le foreste e i suoli anche come assorbitori naturali di C02.

 

SCOPI ED OBIETTIVI

 Il sistema di regolazione internazionale finalizzato alla riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra , entrato in vigore nel febbraio 2005 (Protocollo di Kyoto), assegna un ruolo di particolare rilievo alle gestioni agro-forestali (Land Use – Land Use Change – Forestry) che mirano al miglioramento degli assorbimenti di CO2 degli ecosistemi, con conseguenti ricadute positive sull’incremento delle riserve terrestri di carbonio.

In vista del primo periodo di attuazione degli obblighi previsti dal Protocollo (2008-2012), il Governo italiano è impegnato, sul piano internazionale, nella negoziazione di una quota più ampia riconosciuta alle attività di gestione forestale, e sul piano interno, nella predisposizione degli strumenti di inventario e registrazione, ai fini  della verifica, contabilizzazione  e certificazione del carbonio assorbito. Ciò a garanzia della realizzazione degli obiettivi che, al comparto agro-forestale, sono assegnati dal Piano Nazionale  per la riduzione delle emissioni di gas responsabili dell’effetto serra, secondo le previsioni specifiche del Piano dettagliato per la realizzazione del potenziale massimo nazionale di assorbimento di carbonio (PPNAC), in attesa di approvazione.

In questo contesto, importanti contributi possono provenire dalle regioni al processo di attuazione, sia sul piano della disponibilità di dati relativi al patrimonio agro-forestale, sia sul piano delle proposte ed iniziative miranti alla individuazione degli interventi gestionali più efficaci ed efficienti.

Inoltre è importante e strategico valutare la criticità e la possibilità applicativa ai diversi ambiti territoriali del potenziale fattore di sviluppo dei settori agro-forestali, legato alla remunerazione derivante  dal possibile collegamento ai mercati dei crediti di carbonio che, su base volontaria ed obbligatoria, si stanno evolvendo.

Non trascurabili, infine, sono le ricadute positive che una corretta gestione del patrimonio naturale produce sul sistema economico e ambientale: anche se raramente valorizzate dalle scelte dei mercati esse costituiscono un elemento imprescindibile nelle decisioni di politica pubblica.

Obiettivo del seminario è quello di rappresentare una occasione di scambio di informazioni, e di un confronto di esperienze e di idee tra  esperti, decisori nazionali e regionali ed operatori, con il fine di promuovere collaborazione nella attuazione dei compiti posti dagli impegni di riduzione dei gas climalteranti. In particolare presentare, in merito, conoscenze acquisite e specifiche iniziative per il loro sviluppo in via di svolgimento nell’ambito regionale piemontese.

PROGRAMMA

Inizio ore 10.00

Saluti
Lido Riba – Presidente dell’IPLA
Nicola De Ruggiero - Assessore all’Ambiente, parchi e aree protette, risorse idriche, acque
minerali e termali della Regione Piemonte


Interventi programmati
Università di Padova – Dipartimento Territorio e Sistemi Agroforestali (Davide Pettenella)Commissione Europea – CCR – Istituto per l’Ambiente e la Sostenibilità (Gunther Seufert)
Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio (Antonio Lumicisi)
Regione Puglia (Domenico Ragno)
Regione Piemonte (Franco Licini)
Fondazione per l’Ambiente - IPLA

Discussione
Buffet

 

 
< Prec.   Succ. >
 
 Credits