Home arrow Eventi arrow Eventi organizzati dalla FA arrow 2010-06-16 Seminario Class Action
sabato 17 agosto 2019
 
 
Menu principale
Home
Chi siamo
Attività
Eventi
News
Pubblicazioni
Documenti
Rassegne stampa
Contatti
 

Progetti in corso
FORCREDIT
AFFORD
CORT
ATO3
LORENET
ESEC
MONSPL
Summer School SPL

 
 
Cookies

L'attività istituzionale della
Fondazione per l'Ambiente
è sostenuta da





2010-06-16 Seminario Class Action Stampa E-mail

Il 16 giugno 2010 FA ha organizzato un seminario sul tema dell'azione collettiva (class-action), entrata in vigore in Italia il 1° gennaio 2010. Il Seminario, dal titolo "Tutti contro uno? Class Action in Italia: i primi passi" è stato ospitato dal Circolo dei Lettori di Torino ed è stato organizzato in partenariato con McDermott Will & Emery Studio Legale Associato e CEG - Competition Economists Group.


"Tutti contro uno? Class Action in Italia: i primi passi"
Torino, 16 giugno 2010 ore 18.00
Circolo dei Lettori - Palazzo Graneri della Roccia, Via Bogino 9



In partenariato con

     


Nell’immaginario collettivo italiano, le Class action stanno in alcuni film hollywoodiani di ispirazione civile in cui eroici avvocati portano alla sbarra grandi  corporation colpevoli di aver danneggiato migliaia di persone (“Erin Brockovich”; “Insider – dietro la verità”; “A Civil Action”). Nei prossimi anni, a questo  immaginario si sovrapporrà la realtà della class action italiana, appena approvata.
Per saperne di più
L’incontro ha offerto  una panoramica introduttiva alla azione collettiva (class-action), entrata in vigore in Italia il 1° gennaio 2010. Fra i vari ambiti  su cui vi è la possibilità di intentare cause collettive  il seminario si è concentrato sui cosiddetti “casi antitrust”, in cui le imprese utilizzano il proprio potere di mercato attuando  pratiche commerciali  che danneggiano il consumatore, normalmente con prezzi più alti del “normale”. Il seminario ha infine proposto il tema del presumibile impatto sui soggetti che in qualche modo sono interessati dalla nuova normativa, le imprese italiane e multinazionali, i consumatori, le lobby del consumerismo, gli studi legali, la consulenza, le pubbliche amministrazioni,  sia sotto il profilo legale che economico. 


Programma:

  • Introduce e modera Franco Becchis - Direttore Scientifico Fondazione per l'Ambiente
  • Interviene Veronica Pinotti: "Class action: come potrebbe essere utilizzata in casi antitrust"
  • Interviene Barbara Veronese : "Valutare il danno da abuso antitrust, ovvero la sfida dei numeri"
  • Interventi e domande dal pubblico






 

Veronica Pinotti

Socio di McDermott Will & Emery Studio Legale Associato, opera principalmente presso l’ufficio di Milano. E 'a capo del dipartimento italiano di diritto Comunitario, della Concorrenza, e Regolamentare, ed assiste clienti italiani e stranieri su un’ampia gamma di questioni legali collegate al diritto della concorrenza, inclusi il controllo delle concentrazioni, gli accordi di distribuzione, i cartelli e i casi di abuso di posizione dominante, dinanzi all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ed alla Commissione Europea. Fornisce inoltre consulenza in materia di fissazione di prezzi, concorrenza sleale e pubblicità ingannevole, così come su acquisizioni e cessioni di gruppi internazionali.
  
In passato, è stata a capo del dipartimento italiano di antitrust di uno dei più importanti studi legali internazionali. Veronica si è formata presso la Direzione Generale per la Concorrenza della Commissione Europea, ed ha lavorato per molti anni a Londra e Bruxelles, come senior solicitor e avocat. Scrive regolarmente articoli e partecipa come relatrice a conferenze in materia di diritto della concorrenza. Contribuisce al capitolo sull'Italia del Cross-border Practice Manual "International Sales and Marketing" edito da Practical Law Company. Insegna inoltre al “Master in Antitrust e Regolazione dei Mercati – Economia della Concorrenza e Regolazione delle Public Utilities” dell’Università di Roma Tor Vergata.
E' segnalata tra gli specialisti di antitrust raccomandati tra gli altri da Global Competition Review e nell’edizione 2010 di Legal 500 e Chambers Europe. E’ iscritta all’Albo degli Avvocati in Italia ed in Belgio ed è Solicitor of the Supreme Court of England and Wales.
 
Barbara Veronese

Partner di CEG - Competition Economists Group. Si occupa di antitrust, regolamentazione e risarcimento danni per clienti nel settore privato e pubblico, tra cui T-Mobile, Ziggo, GlaxoSmithKline, Mitsubishi Electric, l'Autorità per le Telecomunicazioni del Regno Unito (Ofcom), AGCOM, aziende multinazionali leader nel mercato delle bevande, della logistica e della chimica. Ha condotto analisi economiche di fusioni e di pratiche collusive nel settore farmaceutico, chimico, informatico, alimentare e metallurgico. Ha inoltre particolare esperienza in materia di regolamentazione e concorrenza nel settore delle telecomunicazioni e dei media, dei trasporti, dei servizi postali e nell'applicazione di tecniche econometriche. Casi recenti includono consulenza nel cartello DRAM recentemente chiuso con il primo settlement dalla Commissione europea, la stima del danno da abuso antitrust in una richiesta di danni follow on a seguito della decisione della Commissione sul cartello del perossido di idrogeno e la consulenza a Ziggo nell’acquisizione, in joint venture con UPC, di licenze per l’utilizzo delle frequenze 2,6 GHz nei Paesi bassi.
 
Precedentemente a  Ofcom si è occupata della liberalizzazione delle licenze per 2G e lo spettro 3.5 GHz e di concorrenza e regolamentazione dei mercati televisivi, multimedia e pubblicitari. Prima dell'esperienza in Ofcom, ha svolto attività di consulenza nella sede di Londra di un importante società di consulenza economica, dove si è occupata di concentrazioni, intese collusive, regolamentazione e casi di risarcimento danni in vari Stati Europei e dell'Estremo Oriente su incarico di enti pubblici e privati, tra cui Commissione Europea, dipartimenti governativi Regno Unito, Eurocontrol, l’autorità per la Lotteria Nazionale inglese, bookmaker e gestori del servizio postale universale nei mercati europei.
Laureata in Economia presso l'Università di Venezia, ha conseguito un PhD e un MSc in Economia presso la London School of Economics (LSE), dove ha anche insegnato.Durante gli studi presso la LSE si è specializzata in tecniche econometriche per valutare l'impatto delle riforme istituzionali.


 


 

PER SAPERNE DI PIU'

Di seguito vengono riportati i collegamenti ad alcuni siti e documenti utili per chi voglia approfondire il tema:

Ministero dello sviluppo economico, Decreto Legislativo 06-09-2005, n. 206 e successive modificazioni e integrazioni - Codice del Consumo
Aggiornato con le nuove norme sull’azione collettiva risarcitoria

ilsole24ore.com - La class action in pillole, articolo del 1° gennaio 2010

Radio24 - Puntata di "Nove in punto" di Oscar Giannino del 5 gennaio 2010, dedicata alla Class Action

www.classaction.it, sito internet sulla Class action creato dall'Unione Nazionale Consumatori


Approfondimenti sull'Azione di classe in Antitrust

Scheda di approfondimento "L'azione di classe in antitrust"
a cura della redazione dell’Osservatorio ARC,di Giorgio Afferni (Università degli Studi di Genova)

Scheda di approfondimento "Alcune questioni processuali in materia di illecito antitrust in Italia"
a cura della redazione dell’Osservatorio ARC, di Elisa Brodi (Università Commerciale Luigi Bocconi)

"Class Actions, Italian Style"
Bloomberg Finance L.P in the Vol. 1, No. 9 edition of the Bloomberg Law Reports - Anti-Trust and Trade
Articolo in lingua inglese di Veronica Pinotti e Anteo Picello, McDermott Will & Emery Studio Legale Associato

"Get Ready! Class Actions in Italy"
Bloomberg Finance L.P in the Vol. 2, No. 9 edition of the Bloomberg Law Reports - Class Actions
Articolo in lingua inglese di Veronica Pinotti e Martino Sforza, McDermott Will & Emery Studio Legale Associato
 
< Prec.   Succ. >
 
 Credits