Home
domenica 05 luglio 2020
 
 
2010-03-25 La Fondazione a ICREPQ’10 Stampa E-mail

FA ha partecipato alla International Conference on Renewable Energies and Power Quality (ICREPQ’10), che si è tenuta a Granada dal 23 al 25 marzo 2010.
In tale occasione Franco Becchis ed Enrico Brizio hanno presentato il paper "Renewable energy plants: environmental compatibility and external costs assessment at global, regional and local scale".

Il paper è disponibile sul sito della Conferenza ICREP'10

Sintesi del paper: In Italia e in molti paesi europei la produzione di energia da biomassa è incoraggiata da forti sussidi economici e di conseguenza gli impianti a biomassa stanno avendo ampia diffusione. Ciononostante, questo tipo di impianti può comportare ingenti emissioni di PM10, NOx, ammoniaca, metano e N2O, così come emissioni indirette relative alla coltivazione, il trasporto e la produzione di fertilizzanti. Di conseguenza, la definizione della compatibilità ambientale, e delle questioni tecnologiche ed economiche che hanno a che fare con lo scenario emergente delle energie rinnovabili è di primaria importanza. Questa valutazione dovrebbe prendere in considerazione sia parametri globali che impatti ambientali su scala regionale e locale, derivanti dalle nuove emissioni inquinanti. I bilanci ambientali relativi ai nuovi impianti energetici sono di primaria importanza in aree altamente inquinate come il Nord Italia, dove i limiti della qualità dell’aria sono sistematicamente superati. Il paper analizza il rendimento energetico e ambientale dei processi di co-digestione anaerobica dei concimi e delle coltivazioni energetiche, della combustione di legname e pollina, includendo i bilanci emissivi, analizzando i diversi scenari energetici possibili, utilizzando strumenti di economia ambientale come la metodologia ExternE, un approccio rivolto alla valutazione delle esternalità associate all’inquinamento atmosferico. La più importante conclusione che si delinea è che la produzione di energia rinnovabile dalla digestione anaerobica può notevolmente aumentare le emissioni di ammoniaca e NOx e, in alcuni casi, anche le emissioni di gas a effetto serra possono essere preoccupanti, mentre l’applicazione delle migliori tecnologie disponibili (BAT) per la depurazione dei gas di scarto e per il recupero energetico permette un bilancio ambientale positivo.


Durante la Conferenza è stato presentato un altro paper  che FA ha piacere di segnalare, intitolato "Analysis of incentive systems for photovoltaic power plants in six Countries of the European Union", prodotto dal Dipartimento di Ingegneria meccanica e industriale dell'Università degli Studi di Brescia e dal Dipartimento di energetica del Politecnico di Milano.

Il paper confronta i diversi sistemi di incentivo a sostegno della produzione di energia elettrica da fotovoltaico, in vigore in sei Paesi dell’Unione Europea: Austria, Francia, Germania, Italia, Portogallo e Spagna. In particolare, per l’appropriata radiazione solare di ciascuna località, e due diverse dimensioni di impianto (una da 1 a 3 kWp, tipica delle installazioni domestiche, l’altra maggiore di 100 kWp) viene condotta un’analisi economica al fine di valutare il costo attuale dell’elettricità e il ritorno sull’investimento reso possibile dagli incentivi correnti.  


Il paper è disponibile sul sito della Conferenza ICREP'10

Nota degli autori: l’articolo fa riferimento agli incentivi in vigore nel 2009 e quindi considera i parametri di costo degli impianti (costo medio, per tipologia e taglia) all’inizio del 2009, ovvero nel periodo in cui gli incentivi sono stati definiti. La recente diminuzione dei prezzi di mercato degli impianti fotovoltaici si suppone possa portare a risultati sensibilmente diversi rispetto a quelli presentati nell’articolo, se l'analisi economica tenesse conto dei prezzi del 2010.


 
< Prec.   Succ. >
In evidenza

new!
Segnaliamo un interessante webinar su "The impacts of the COVID-19 lockdown on air pollution in Lombardia" organizzato da RFF-CMCC, European Institute on Economics and the Environment (EIEE) che si terrà il 30/06 alle ore 15. Visita la pagina dell'evento
 
Per contribuire a riparare i danni economici e sociali causati dalla pandemia di coronavirus, rilanciare la ripresa europea, proteggere l'occupazione e creare posti di lavoro, la Commissione europea propone un massiccio piano per la ripresa che punta a sfruttare fino in fondo il potenziale del bilancio dell'UE. Leggi il documento 
 
"Il Covid-19 può far male anche all’ambiente". Leggi l'articolo di M. Galeotti, A. Lanza e M. Tavoni su lavoce.info
 
Di quanto sono calate le emissioni di CO2 in Italia durante il lockdown? Italy for climate ha pubblicato una prima analisi congiunturale. Vai al dossier
  
L'OECD ha creato una piattaforma che raccoglie le risposte di policy dei diversi paesi per contrastare il COVID-19 oltre ad una serie di dati e brief sul tema. Vai al sito
 
La Fondazione per l'Ambiente, nella persona del Direttore Scientifico, Franco Becchis, aderisce all'appello della regolarizzazione degli immigrati nell'emergenza sanitaria, che ha già raccolto oltre 200 firme di economisti, immunologi e virologi. Leggi il testo
  
Quali step devono intraprendere i governi per fare sì che le misure adottate per combattere la pandemia non vanifichino gli sforzi fatti per affrontare le pressanti sfide ambientali? Leggi il brief  dell'OECD
  
Interessante articolo su Inquinamento atmosferico e COVID-19 a cura della Rete Italiana Ambiente e Salute. Vai all'articolo
 
Nomisma ha avviato l'Osservatorio “Lockdown. Come e perché sta cambiando le nostre vite”. Vai al sito
  
Quali sono gli effetti economici di lungo periodo della pandemia? Leggi Longer-run economic consequences of pandemics di Óscar Jordá, Sanjay R. Singh, Alan M. Taylor
  
Interessante pubblicazione del Centre for Economic Policy Research sulle ricadute economiche della pandemia Covid Economics Issue n.1. In particolare segnaliamo un paper su Stock market reactions  
 
L'helicopter money come metodo per rilanciare l'economia pesantemente colpita dalla pandemia. Leggi l'articolo di Eran Yashiv su VoxEu
 
Quali sono le mascherine più efficienti per abbattere l'aerosol atmosferico? I risultati del test condotto da ARPA Lazio
 
Bassi consumi e coronavirus fanno scendere i prezzi all'ingrosso delle materie prime con una diminuzione delle bollette delle famiglie in tutela -18,3% per l'energia elettrica e -13,5% per il gas. Leggi la scheda tecnica  dell'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente
 
Quali potrebbero essere gli effetti della pandemia sul clima dopo la ripresa economica? Leggi l'articolo della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile
  
Emergenza Covid-19: diminuisce il biossido di azoto nella Pianura Padana. Leggi l'articolo su Sistema Nazionale per la Protezione dell'Ambiente

Clima e salute viaggiano in tandem. La giornalista scientifica Simona Re argomenta la connessione che può esserci fra l’epidemia in corso di coronavirus ed il cambiamento climatico. Leggi l'articolo

Interessante articolo su "Mappe sulla qualità dell’aria nel mondo". Leggi l'articolo su Sistema Nazionale per la Protezione dell'Ambiente
 

Leggi tutto...
 
Focus rapporti e studi
Livello internazionale
Network Industries Quarterly,2020, Vol.20, Issue 1,Water utilities : governance and performance >>>  
 
Network Industries Quarterly,2019, Vol.21, Issue 3, Digital Platforms – The New Network Industries? How to regulate them? >>>
  
OECD, Stakeholder Engagement for Inclusive Water Governance >>>

UNEP, Assessing global land use: balancing consumption with sustainable supply >>>


Livello nazionale

Circular Economy Network & ENEA, Rapporto sull'economia circolare in Italia 2019 >>>

Fondazione Sviluppo Sostenibile & ING,  Italy Outlook 2019 – Verso la decarbonizzazione dell’economia >>>
 
Ecoscienza 1 /2017, Inquinamento dell'aria, analisi e strategie, i rischi per la salute >>>




 
 
 Credits